La Regione Abruzzo sostiene la ripresa e lo sviluppo del tessuto produttivo delle aree colpite dagli eventi sismici dell’agosto e ottobre 2016 e del gennaio 2017 tramite la concessione di aiuti alle imprese che realizzino o abbiano realizzato, a partire dal 24 agosto 2016, investimenti produttivi e che, al momento dell’erogazione, abbiano sede operativa nei comuni colpiti dagli eventi sismici del 2016 e 2017.

Alle imprese operanti nei settori dell’agricoltura primaria, della pesca e dell’acquacoltura è destinata una quota di risorse pari al 10% dei fondi disponibili, ovvero 350.000 euro.

I contributi sono concessi in conto capitale, per un importo pari al 50% dell’investimento effettuato, a fronte dell’effettuazione di nuovi investimenti produttivi, finalizzati alla realizzazione di nuove unità produttive o all’ampliamento di unità produttive esistenti, sulla base di una proposta di Programma di Investimento.

I piani di spesa devono  essere compresi tra un minimo di 20.000 euro e una massimo di 1.500.000 di euro.

Possono presentare richiesta le imprese che hanno una o più unità produttive nei comuni di: Barete (AQ); Cagnano Amiterno (AQ); Campotosto (AQ); Campli (TE); Capitignano (AQ); Castel Castagna (TE); Castelli (TE); Civitella del Tronto (TE); Colledara (TE); Cortino (TE); Crognaleto (TE); Fano Adriano (TE); Farindola (PE); Isola del Gran Sasso (TE); Montereale (AQ); Montorio al Vomano (TE); Pietracamela (TE); Pizzoli (AQ); Rocca Santa Maria (TE); Teramo (TE); Torricella Sicura (TE); Tossicia (TE); Valle Castellana (TE).

I fondi disponibili assegnati alla Regione Abruzzo sono pari ad euro 3.500.000,00.

La pubblicazione dell’avviso sul BURAT avverrà il 10 aprile 2019.

Le domande potranno essere presentate dalle ore 8.00 del 15 maggio alle ore 12.00 del 15 giugno 2019, tramite apposita piattaforma informatica.

Per informazioni ed assistenza tecnica potete recarvi presso i nostri uffici siti in L’Aquila, Via Pescara 2/B “Strinella 88” o contattarci al numero 086261750 (Francesco).