Vengono scelti fra gli associati o, fra quanti possano essere più utili alla Confederazione, fra esperti, secondo criteri di competenza e di indipendenza, su delibera degli organi competenti, secondo lo Statuto.

I rappresentanti si impegnano:

  • a svolgere il loro mandato nell’interesse dell’Ente designante e degli imprenditori associati, nel rispetto degli orientamenti che la Confederazione deve loro fornire;
  • all’informativa costante sullo svolgimento del loro mandato;
  • ad assumere gli incarichi non con intenti remunerativi o altro interesse personale;
  • a rimettere il mandato ogni qualvolta si presentino cause di incompatibilità od impossibilità di una partecipazione continuativa o comunque su richiesta della Confederazione;
  • ad informare la Confederazione e concordare con essa ogni ulteriore incarico derivante dall’Ente in cui si è stati designati.

II codice etico della CNA è applicabile ai funzionari e dipendenti della Confederazione ed ha valore di codice deontologico nelle parti che sono compatibili con la condizione di dipendente, indipendentemente dagli obblighi derivati dal contratto di lavoro.