Vengono definiti “inespressi” poiché, nonostante siano diritti, per essere riconosciuti vanno richiesti esplicitamente dai cittadini. In caso contrario l’assegno previdenziale rimane quello che senza nessun aumento automatico.

Milioni di pensionati, soprattutto i titolari di pensioni modeste,  ma anche ,in diversi casi, chi riceve pensioni più elevate, riceve meno di quello che dovrebbe .Queste perché vi sono tanti diritti, il cui ottenimento è legato ad una specifica richiesta scritta del titolare. Tantissimi non sanno neppure di avere determinati diritti e, tra l’altro l’INPS non agevola  questa conoscenza, dal momento che non invia più il “cedolino” cartaceo della pensione, all’interessato .

Le nostre sedi e i nostri Collaboratori sono  a disposizione di tutti i Pensionati e le Pensionate della nostra provincia che vogliano verificare la loro situazione previdenziale.

Per le prestazioni carenti che saranno individuate, sarà possibile chiedere il pagamento anche degli arretrati non prescritti maturati negli ultimi 5 anni.

Tel: 0862/61750 – Fulvia Carosi