Tutti gli articoli di admin

Legge regionale bloccata da maggio: L’allarme delle imprese abruzzesi

La legge regionale di sostegno destinata soprattutto alle imprese del turismo e della ristorazione danneggiate dalla zona rossa per l’emergenza Covid dichiarata dal presidente della Regione Abruzzo, si è persa. 

Smarrita nel dimenticatoio della politica e nei labirinti delle istituzioni, nonostante fosse stata annunciata con grande enfasi e approvata addirittura il 18 maggio scorso.

I giorni previsti per l’attivazione delle misure, fissati in quindici giorni, sono già diventati 245, ma di quell’intervento non si ha più notizia, mentre nel frattempo le imprese sono tornate in piena emergenza”.

A denunciarlo le associazioni di categoria delle piccole e medie imprese abruzzesi di CNA, Casartigiani, Claai, Confapi, Confartigianato, Confcommercio e Confesercenti, sigle complessivamente rappresentative di gran parte delle imprese della regione, che ieri hanno tenuto a Pescara, nella sala Camplone della Camera di commercio di Chieti-Pescara, una conferenza stampa.

Con il direttore della CNA regionaleGraziano Di Costanzo, a fare da portavoce delle diverse sigle, erano presenti anche il presidente di Confapi dell’Aquila, Luciano Marifiamma; il direttore di Confesercenti Abruzzo, Lido Legnini; il direttore di Confartigianato Pescara, Fabrizio Vianale; il direttore Claai Pescara, Gianluca Luminari; il presidente regionale di Confcommercio Roberto Donatelli, in collegamento video; e i  coordinatori regionali di Casartigiani, Flaviano Montebello e Dario Buccella.

I Confidi come Fidimpresa Abruzzo possono essere strumento di sostegno importante in queste delicate fasi, anche con una semplice consulenza.

Clicca sul link https://bit.ly/3HJDGEx per maggiori informazioni.

Agro-alimentare: “Misure urgenti per evitare la chiusura delle imprese”

A lanciare il grido d’allarme degli operatori del settore è la CNA Abruzzo, Antonella Antenucci, imprenditrice di Cupello nel Vastese e presidente regionale di CNA Agro-Alimentare, che chiede l’introduzione di un pacchetto di misure urgenti, in grado di consentire a un settore che la pandemia di Covid-19 ha messo in ginocchio di poter sopravvivere e rilanciarsi.

«Se non diamo possibilità alla ristorazione di riprendersi, questa filiera non avrà modo di risollevarsi. Alle istituzioni chiediamo di fare un investimento, non un favore, perché la ristorazione è uno dei motori vitali di tutto il comparto del turismo» sintetizza la presidente regionale di CNA Agro-Alimentare,

Il quadro delle misure invocate è presto fatto.

Ai comuni viene richiesta la proroga dell’esenzione, almeno fino al prossimo mese di giugno, delle principali tasse locali, ovvero Tosap e Cosap, senza porre vincoli e condizioni.

Alla Regione l’avvio di un nuovo meccanismo legato alla formazione professionale degli operatori, ma soprattutto l’accesso a forme di credito agevolato: capitolo, quest’ultimo, su cui la polemica da parte delle associazioni d’impresa è molto forte, come illustra il coordinatore regionale, Mirco Mirabilio.

«Nel maggio scorso -dice – era stata approvata dal consiglio regionale una legge, con ben dieci milioni di euro di dotazione, destinata a interventi per garantire sostegno alle filiere del turismo e della ristorazione, particolarmente colpite dall’emergenza Covid; benché pubblicata, non ha trovato sin qui applicazione, anche in ragione di una complicata rimodulazione di risorse destinate ad assicurarne la copertura finanziaria. Una vicenda sconcertante, che al danno ha unito la beffa nei confronti delle imprese».

Quale sia lo stato di salute del settore, sono ancora le parole della Antenucci a sottolineare:

«La ristorazione evidenzia un forte turnover tra i nuovi attori sul mercato e una vita media dei nuovi locali molto ridotta: il 25% dei nuovi ristoranti che vengono aperti in Italia chiude entro un anno dall’apertura; il 50% entro tre anni; ma il 57% “getta la spugna” dopo soli cinque anni».

Scenario negativo cui ora potrebbe infliggere un colpo ulteriore il pauroso rincaro delle bollette per i consumi di energia.

Anche nei confronti del Governo Draghi le richieste sono pressanti. Il ministero dello Sviluppo economico, alla presenza del vice ministro Gilberto Pichetto Fratin, ha organizzato un “tavolo della ristorazione”, convocato su richiesta della CNA, per valutare insieme alle altre associazioni di settore quali azioni intraprendere, in considerazione del prolungarsi della situazione di emergenza epidemiologica.

Uno scenario cui Laura Del Vinaccio, imprenditrice di Mosciano Sant’Angelo, guarda chiedendo «di affrontare il cambiamento con flessibilità, individuando nuove strategie di business, ma anche di mercato del lavoro e di formazione professionale al passo con i tempi».

Tra le proposte rivolte al Governo, figurano così la richiesta di proroga della moratoria sui mutui e di transazione fiscale, di istituzione di un credito d’imposta per il made in Italy, di reintroduzione dei voucher per le prestazioni occasionali di lavoro in grado di offrire una soluzione valida a una reale esigenza del momento.

Documenti per ISEE 2022

Modello ISEE 2022: dai documenti utili a presentare la DSU, Dichiarazione Sostitutiva Unica, alle istruzioni sul calcolo, tutte le istruzioni da seguire per ottenerlo e beneficiare di una serie di agevolazioni legate al reddito. La scadenza della validità segue l’anno solare.

Attestazione ISEE 2022


. Copia Carta D’identità e Codice fiscale non scaduti di tutti i componenti registrati nel nucleo familiare nel 2022
. Modulo Prospetto 2020 del Patrimonio netto per Partite Iva (Autonomi), ai
fini della presentazione della DSU
. Redditi di lavoro dipendente o assimilato, di pensione, autonomo, gestione separata, indennità assistenziali/previdenziali e indennità di accompagnamento,
redditi prodotti all’estero, borse e assegni di studio, assegni di mantenimento coniuge e figli. Documentare mod. CU o 730-Unico/2021 di tutti i componenti dello stato di famiglia relativo all’anno 2020
• Giacenza media annua e saldo degli estratti c/c, libretti di risparmio al 31/12/2020
• Totale capitale versato su: Titoli, Obbligazioni, Azioni, Bot, CCT, Buoni
Fruttifer e Carte Prepagate, ecc. al 31/12/2020 – Totali versamenti delle assicurazioni vita/investimento, dalla data di stipula fino al 31/12/2020, con diritto di riscatto: Agenzia e cod. abi/cab
– Copia Visure Catastali di tutti gli immobili e/o terreni posseduti al
31/12/2020
– Copia Residuo capitale mutuo al 31/12/2020 dei relativi immobili
– Copia dell’ultimo Contratto di Locazione registrato, costo del canone pagato nell’anno 2022
– Autoveicoli, Motoveicoli e Imbarcazioni da diporto pan o superiore a 500cc.
estremi di registrazione (libretto di circolazione o certificato di proprietà) – Certificato di Istanza di Invalidità pan o superiore al 67% rilasciato
dall’ASL e attestato di Portatori di Handicap

Per maggiore informazione contattare

Cna L’Aquila0862/61750

FORMAZIONE@CNALAQUILA.IT

XXXII CONCORSO NAZIONALE PROFESSIONE
MODA GIOVANI STILISTI

Il Concorso si articola su 6 sezioni di prodotto, prevede la selezione delle proposte pervenute, la
scelta dei finalisti, la designazione dei vincitori delle sezioni e dell’intera edizione 2022, con
l’attribuzione dei premi stabiliti e di quelli speciali.


La fase finale della manifestazione si svolgerà a Roma in concomitanza con l’edizione estiva di AltaRoma.

La fase finale rappresenta una importante vetrina per le nuove promesse del settore, un momento che vedrà come consuetudine gli studenti selezionati, impegnati in una serie di workshop ed eventi, con la presenza di professionisti in veste di docenti.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

È possibile la partecipazione a più di una sezione del Concorso. In questo caso la documentazione
dovrà risultare completa per ciascuna candidatura e dovrà essere inviata separatamente.


Un Comitato Tecnico di esperti del settore selezionerà tutte le proposte pervenute e designerà i
concorrenti destinati a partecipare al workshop e alla manifestazione conclusiva del Concorso che si
svolgeranno a Roma in concomitanza con l’edizione di Altaroma.

La comunicazione delle designazioni verrà data direttamente agli interessati ed agli Istituti di
appartenenza dei concorrenti prescelti, che conseguentemente dovranno procedere alla
confezione dei capi indicati dal Comitato, in modo esattamente conforme alle proposte presentate.


Dovranno quindi farli pervenire alla Segreteria del Concorso entro il 1/7/2022.

Scarica qui il Bando di concorso.

Contributo genitori con figli con disabilità, al via le domande

A partire da oggi 1° febbraio 2022 è disponibile la procedura informatica dedicata alla trasmissione delle domande per la fruizione del contributo per genitori disoccupati o monoreddito con figli con disabilità.

Il D.M. del 12 ottobre 2021, infatti, ha previsto un contributo per i genitori disoccupati o monoreddito, facenti parte di nuclei familiari monoparentali, con figli a carico aventi una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento.

Modalità di presentazione della domanda

La domanda deve essere inviata on line dal portale istituzionale dell’INPS.

Nella domanda è necessario indicare, da parte del genitore-richiedente, il codice fiscale del figlio o dei figli con disabilità per i quali si chiede il contributo. Esclusivamente per l’anno di riferimento con competenza 2022, il genitore richiedente, attestando il possesso di tutti i requisiti previsti dalla norma, può presentare domanda anche per l’anno 2021. Il contributo è cumulabile con il Reddito di cittadinanza.

È inoltre necessario indicare le seguenti modalità alternative di pagamento:

  • bonifico domiciliato presso ufficio postale;
  • accredito su IBAN (è possibile indicare IBAN nazionali o esteri su circuito SEPA).

Per quest’ultima opzione è possibile indicare degli IBAN di conto corrente bancario, di carta ricaricabile o di libretto postale.

Patronati a disposizione

È possibile effettuare la domanda anche tramite Patronato. Collegandosi sul sito Epasa-Itaco cerca la sede a te più vicina.

CNA L’AQUILA : CORSO PATENTINO F-GAS

Informiamo che sono aperte le iscrizioni al corso di preparazione(12 ore) e relativo esame per il conseguimento della certificazione F-GAS.

La certificazione è richiesta per tutte le persone impegnate nelle seguenti attività:

Installazione, manutenzione, riparazione assistenza o smantellamento delle apparecchiature fisse di refrigerazione, condizionamento d’aria e pompe di calore contenenti F-gas.

Il corso si terrà a L’Aquila e si svolgerà in modalità online per la formazione teorica e pratica in preparazione alla sessione di esame per la certificazione, quest’ultimo in presenza.

Per adesioni e informazioni 086261750

email: formazione@cnalaquila.it

14 dicembre auditorium Renzo Piano Manifestazione CNA L’Aquila con la collaborazione della Camera di Commercio Gran Sasso D’Italia “Mani che Parlano, Ripartire Insieme”


Ridare slancio all’economia delle piccole e medie imprese ma soprattutto a quel mondo dell’artigianato creativo che è il motore dell’economia italiana.

E’ questa la motivazione che ha spinto la CNA dell’Aquila ad organizzare, nonostante le grandi difficoltà dovute alla pandemia, l’evento “Mani che parlano, Ripartire insieme”. 

La manifestazione nata da una brillante idea del Direttore Agostino Del Re ed arrivata alla 18 esima edizione, quella appena svoltasi, ha visto una eccellente partecipazione di pubblico in presenza (circa 250 persone) e di un’altrettanto successo (più di 3.000 spettatori) sulle piattaforme social di CNA TV e di StreamingWorldTV che ne ha garantito la realizzazione e la diffusione.

L’organizzazione dell’evento e’ stato affidato a Valeria Cannavicci, la conduzione all’apprezzato prifessionista Paolo Del Vecchio affiancato dal conosciutissimo attore Roberto Ciufoli che ha saputo regalare esilaranti momenti di buonumore agli astanti.

Le luci del palcoscenico hanno acceso definitivamente  l’interesse per la presentazione di abiti, borse, gioielli, occhiali che hanno dato ancora una volta un’immagine del mondo dell’artigianato viva, creativa ma soprattutto capace di reagire, se sapientemente stimolata, con grande slancio anche a questi momenti di difficolta.

L’abile intreccio di défilé di moda con momenti musicali con il gruppo Les Petis Papiers, di teatro con l’attrice Tiziana Gioia e l’esibizione canora della piccola Aurora Balassone hanno fatto trascorrere piacevolmente i 90 minuti dell’evento.

La deputata Stefania Pezzopane, presente tra il pubblico, è stata invitata a portare un saluto ai numerosi spettatori.

Defilè di moda donna/uomo, gioielli, borse e accessori sono stati pero’ i veri protagonisti della serata con le creazioni di Amorà, di C’est la vie, di Ottica Centrale, dell’Istituto di Moda Burgo , di PG Borse Artigianali e di Fyrma linea Cynthya Jewelart . 

CNA L’Aquila: Al via la XVI edizione di “Mani che parlano, ripartire insieme”

Una manifestazione che ha l’obiettivo di  evidenziare i  valori dell’impresa, del lavoro e dell’economia di mercato, offrendo un evento culturale di rilevante importanza ed innovazione.

Senza trascurare i necessari suggerimenti per il miglioramento degli aspetti legati all’economia quotidiana, soprattutto in questa fase di ripresa economica post-Covid. 

In più una pandemia che ha cambiato e sconvolto il mondo intero ma, che non è riuscita ad annullare il desiderio di rinascere, promuovere e valorizzare la cultura del lavoro e del “saper fare, tipico delle piccole e medie imprese artigiane.

E’ questo l’obiettivo dell’evento    “Mani che parlano…  Ripartire insieme”.

che giunto ormai alla “maturità”  celebra la sua 16° edizione martedì 14 dicembre 2021 alle ore 21.00 presso L’Auditorium del Parco “Renzo Piano” dell’Aquila. 

La manifestazione nasce da un’idea del Direttore della CNA dell’Aquila Agostino Del Re, la direzione artistica è di Valeria Cannavicci.

Non di meno, l’evento è previsto nel ricco cartellone di iniziative del Calendario di Natale del Comune dell’Aquila e vede la partecipazione della Camera di Commercio Gran Sasso d’Italia.

Per la parte artistica la conduzione è affidata a Paolo Del Vecchio. Ospite d’eccezione della serata sarà l’attore teatrale Roberto Ciufoli. 

Tanti i defilè di moda donna/uomo, gioielli, borse e accessori che saranno presentati con le creazioni di Amorà, di C’est la vie, di Ottica Centrale, dell’Istituto di Moda Burgo , di PG Borse Artigianali e di Fyrma linea Cynthya Jewelart . 

Ovviamente non mancheranno momenti di grande talento artistico curati dallo scultore Dante Mortet e momenti musicali con Les Petits Papiers e la piccola Aurora Balassone.

Arte ed artigiani insieme per celebrare arte e  moda in un mix creativo, frutto dei gruppi di lavoro che interagiranno in un insieme di fantasiose interpretazioni del  mondo dell’artigianato, per mostrare  come di bellezza vivano sia coloro che calcano le tavole del palcoscenico, sia chi opera dietro il palco.

 Attraverso questo evento, la CNA, si avvarrà di uno staff di professionisti che hanno la credibilità e la competenza necessaria per rappresentare lo sviluppo e le nuove tecnologie della piccola e media impresa, in questo specifico caso nel campo dell’estetica, dell’ artigianato tessile, dell’arte orafa.

Infine, i protagonisti dell’evento, che attraverso le loro mani creano moda e stile,  riceveranno l’attestato di partecipazione dalla CNA L’AQUILA (Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa).

La diretta streaming, realizzata da Streaming WorldTV, sarà possibile seguirla sulla FanPage  CNA L’Aquila.

A tutela della salute e della tranquillità di tutti, l’evento si terrà nel rigoroso rispetto di tutte le regole previste dalle normative anti Covid.

CNA PROGETTO SALUTE: INCONTRO CON I PENSIONATI

L’incontro si è svolto con nutrito interesse e partecipazione presso la sede del CNA L’Aquila, hanno illustrato le iniziative già in corso e quelle in programma per il nuovo anno.

Nell’ambito del CNA PROGETTO SALUTE , il direttore Cna L’Aquila Agostino del Re, la responsabile dell’organizzazione delle iniziative del  progetto Valeria Cannavicci, la responsabile patronato Epasa-Itaco Cna L’Aquila Fulvia CarosiAngelo Zara Vicepresidente del Centro Sociale Torrione -San Francesco e  Aurelia D’Andrea del Centro Sociale Torrione-San Francesco di L’Aquila.